Alla luce della crisi che sta mettendo a dura prova l’economia europea – con inevitabili ricadute negative anche nella nostra Regione – il Circolo Culturale “Majano c’è 1.5.9” ha deciso di organizzare un incontro per far luce sul contesto specifico della Comunità Collinare. L’appuntamento dal titolo “Occupazione, economia e sviluppo. Analisi e prospettive per il territorio della Comunità Collinare” avrà luogo lunedì 27 febbraio alle ore 20.00 nell’Auditorium Comunale di Majano.

L’intenzione è quella di affrontare questa tematica da diverse prospettive, prospettive in grado di integrarsi e di offrire un quadro della situazione il più completo possibile. Sul tavolo quindi l’industria e l’artigianato – peculiarità del nostro territorio -, ma anche lavoro, cooperazione sociale, e ovviamente infrastrutture, sopratutto quelle volte a valorizzare il Friuli come cuore dell’Europa. Di tutto questo ne parleremo con: Lorenzo Cozianin, Presidente della Comunità Collinare, Adriano Luci, Presidente di Confindustria Udine, Graziano Tilatti, Presidente di Confartigianato Udine, Franco Collautti, Segretario Cisl Alto Friuli, Adriano Piuzzi, Assessore provinciale alle politiche sociali, cooperazione sociale e progetti europei e Riccardo Riccardi, Assessore regionale alle infrastrutture, mobilità, pianificazione territoriale e lavori pubblici.

A moderare l’incontro – che promette di essere denso di contenuti – sarà il giornalista Adriano Del Fabro.

La volontà di scegliere la Comunità Collinare come contesto di riferimento per un’analisi su occupazione, economia e sviluppo non è casuale, ma ha il preciso intento di accendere i riflettori sul ruolo di guida che il Consorzio può e deve rivestire per il nostro territorio e per i suoi 51mila abitanti. Un ruolo che a 45 anni dalla sua fondazione è quantomai attuale e testimonia la lungimiranza di Amministratori che seppero decidere il proprio futuro disegnando un modello di sviluppo locale all’avanguardia.

L’iniziativa gode del patrocinio del Comune di Majano, della Comunità Collinare, della Provincia di Udine e della Fondazione CRUP.