Segnaliamo con piacere, dopo il successo della scorsa primavera, il ritorno – sabato 12 e domenica 13 ottobre – dell’iniziativa «Mirabilia», promossa dal Servizio Associato Cultura della Comunità collinare, organismo che riunisce gli Assessorati alla Cultura dei Comuni aderenti al servizio con l’intenzione di creare un appuntamento fisso a cadenza annuale.

«Il progetto si propone di sviluppare  – spiega Cristina D’Angelo, presidente della Consulta Cultura parlando a nome di tutti gli altri colleghi assessori – di volta in volta, un percorso di visite ed eventi culturali che si snoderà attraverso lo splendido paesaggio del Friuli Collinare e porterà il visitatore alla scoperta di alcune strutture che ne compongono lo straordinario patrimonio storico – artistico – culturale. Questa edizione sarà dedicata alle chiese: in ognuno dei quindici Comuni della Comunità Collinare sarà possibile visitare le Pievi o le chiesette di campagna dislocate nei vari ambiti territoriali, per conoscerne la storia e apprezzare la bellezza delle loro peculiarità architettoniche e artistiche».

I siti saranno aperti, con ingresso gratuito, il sabato e la domenica dalle ore 14.30 alle 18.30. Volontari, esperti e appassionati di storia locale o gli assessori stessi accoglieranno i visitatori che potranno apprezzare anche eventi culturali e musicali (a questo link è possibile scaricare il depliant completo dell’iniziativa). Si potranno inoltre visitare musei e altri siti di interesse presenti nel comprensorio.

Per quanto riguarda la nostra Majano, il luogo scelto per l’iniziativa è l’Hospitale di San Giovanni di Gerusalemme a San Tomaso (nella foto a lato, un particolare degli affreschi esterni della chiesetta di San Giovanni, parte del complesso). Oltre alla possibilità di visitare questo prezioso luogo del nostro territorio – che racchiude un inestimabile patrimonio di storia e cultura -, l’associazione «Amici dell’hospitale» propone due appuntamenti: sabato alle ore 18 la presentazione del libro di Paolo Morganti «Il calice di San Giovanni» e domenica, sempre alle 18, la «Lezione aperta sulla Repubblica di Platone» di e con Alessandro Di Pauli (qui il programma dettagliato).