Il racconto, emozionato ed emozionante, di storie straordinarie di sport, fatte di impegno e fatica, ma costellate anche di tante soddisfazioni. Immagini bellissime di numerose vittorie e del nostro Friuli. La testimonianza di campioni veri, non solo nello sport, ma soprattutto nella vita. E poi il desiderio, grande, di fare del passaggio del 97° Giro, un’occasione preziosa per Majano. È condensata qui la serata «Il Giro a Majano c’è!» andata in scena ieri in un auditorium gremito di persone, tra cui tanti bambini orgogliosi di indossare i colori delle loro associazioni sportive: la Ciclistica bujese, la Jam’s bike di Buja e l’Unione ciclisti sandanielesi. Pubblichiamo qui un primo piccolissimo assaggio delle foto scattate ieri, in attesa di raccontarvi meglio la nostra avventura.

Intanto però vogliamo ringraziare innanzitutto Enzo Cainero, patron del Giro targato Friuli e amico di «Majano c’è 1.5.9», senza cui difficilmente avremmo realizzato la serata di ieri; Valter Delle Case che ci ha davvero emozionato (e inorgoglito) con il racconto della sua carriera ciclistica; Daniele Pontoni che ci ha mostrato come si coniuga sport e turismo; Alessandro De Marchi che ha incantato i bambini e lasciato loro un messaggio prezioso. Un grazie enorme va poi a Marina Presello che ci ha guidati tra sport, turismo e cultura in maniera impeccabile. Ringraziamo anche il Consigliere regionale Roberto Revelant che ci ha portato l’esperienza di «Gemona città dello sport». Non possiamo inoltre dimenticare le tre associazioni ciclistiche del territorio – la Ciclistica bujese, la Jam’s bike di Buja e l’Unione ciclisti sandanielesi - che hanno condiviso con noi la loro esperienza. Un grazie doveroso va all’Amministrazione comunale che ha concesso il patrocinio e l’utilizzo dell’Auditorium; alla Fondazione Crup che ha sostenuto la nostra iniziativa; all’azienda Moroso che ha allestito il palco con le sue belle poltrone; al Ristorante «al Cantinon» che ha fornito le bottiglie di vino che abbiamo regalato ai nostri ospiti e alla Delle Case sport che con le sue biciclette ha impreziosito il nostro palco. Grazie a Enrico Belluzzo che anche questa volta è stato fotografo ufficiale della serata. Grazie davvero di cuore, infine, a tutte le associazioni majanesi che non hanno voluto mancare al nostro appuntamento, tra loro un ringraziamento particolare alla Protezione civile che in auditorium ha garantito il servizio di sicurezza.