Manca ormai appena un giorno all’attesissimo appuntamento di «Majano c’è 1.5.9» – domani mercoledì 9 aprile alle 20.30 in Auditorium a Majano – con Nicola Gratteri procuratore aggiunto presso la Direzione Distrettuale Antimafia di Reggio Calabria, uno dei magistrati più esposti nella lotta alle mafie, e Antonio Nicaso, giornalista e scrittore, uno dei massimi esperti di ’ndrangheta al livello internazionale. Assieme a loro, a moderare l’incontro, ci sarà Giuseppe Baldessarro, giornalista de «la Repubblica» e de «il Quotidiano della Calabria», autore di «Avvelenati», esperto di ‘ndrangheta e di cronaca giudiziaria.

Gratteri e Nicaso hanno firmato assieme numerosi libri tra cui Fratelli di sangue (2009), La malapianta (2010), La giustizia è una cosa seria (2011) e La mafia fa schifo (2011). A Majano presenteranno il loro ultimo lavoro «Acqua santissima», la pubblicazione, edita da Mondadori, che propone, attraverso documenti antichi e recenti, il complesso e delicato rapporto tra Chiesa e ‘ndrangheta. Si tratta di un vero e proprio successo letterario che guida il lettore in un panorama complesso fatto di sacerdoti che, per paura o convenienza, fanno finta di non vedere la ‘ndrangheta, ma anche di preti coraggiosi che sanno denunciare le mafie e accompagnare le proprie comunità in un percorso di legalità. E in questo libro non manca la speranza che – si legge – «c’è e si chiama Francesco».

«Emozionati e onorati di una presenza illustre come quella di Gratteri, Nicaso e Baldessarro – spiega il presidente di Majano c’è 1.5.9, Andrea Barachino -, obiettivo della nostra serata è quello di accendere i riflettori sul tema della legalità e dunque condividere esperienze e riflessioni con chi, da una vita, è in prima linea nella lotta alle mafie. Si tratta di un appuntamento che conferma e consolida il nostro impegno a favore del territorio, siamo infatti convinti che testimonianze significative come quella che ascolteremo mercoledì a Majano siano preziose occasioni di arricchimento per le nostre comunità».

Per prenotare i posti a sedere basta inviare un’e-mail a info@majano159.it

Di seguito pubblichiamo gli articoli apparsi sulla stampa locale.