È arrivato ieri pomeriggio il nuovo annuncio della Pro Majano: il Festival fa idealmente tappa nei Balcani. La kermesse majanes, infatti, ospiterà la famosa manifestazione Guča sul Carso, il più importante festival balkan in Italia che ogni anno richiama nell’area di Borgo Grotta Gigante alle porte di Trieste migliaia e migliaia di persone da fuori confine per danzare al ritmo incalzante e sfrenato di trombe, ottoni, sound tra influenze gitane e mediorientali.

Tutto questo si potrà vivere e respirare al Festival di Majano nella grande festa «Balkan Party & Grill», organizzata dalla Pro Majano e da Azalea Promotion in collaborazione con il festival Guča sul Carso, in programma il 13 agosto (inizio concerti ore 19:00) con protagonisti alcuni tra i più importanti nomi della scena a livello mondiale, guidati dall’icona della musica balcanica nel mondo Goran Bregovic accompagnato dalla sua Wedding and Funeral Orchestra.

Oltre a Bregovic, un fedelissimo di Guča sul Carso, sul palco saliranno il virtuoso trombettista della band di Vinicio Capossela, Eusebio Martinelli, e la Gipsy Abarth Orkestar, la celebre esplosiva Orchestra serba di Elvis Bajramovic e il curioso team formato da Dj Pravda e Chef Berna che darà vita al divertente show «Balkan Grill». Oltre alla musica, parte fondamentale come di Guča sul Carso anche del «Balkan Party & Grill»  in programma a Majano sarà la gastronomia di specialità serbe, che ogni anno regala un valore aggiunto non trascurabile.

I biglietti (ingresso unico 20 euro + dp) saranno in vendita a partire dalle ore 10:00 di mercoledì 2 aprile online su Ticketone.it, nei punti vendita autorizzati e sui circuiti di vendita sloveni e croati Eventim. Info su www.azalea.it

La performance dell’Orchestra serba Bajramovic sarà itinerante lungo l’intera area del Festival di Majano, mentre il main stage ospiterà dunque tre tra i più interessanti progetti musicali balkan attualmente in circolazione in tutta Europa. Goran Bregovic che non ha sicuramente bisogno di tante presentazioni, sarà l’ospite più atteso e assieme alla sua Wedding and Funeral Orchestra sarà protagonista di un concerto travolgente mescolando le sonorità di una fanfara tzigana, le polifonie tradizionali bulgare, una chitarra elettrica e percussioni tradizionali con accentuazioni rock, dando vita ad una musica che diventa immediatamente riconoscibile e alla quale il corpo difficilmente sa resistere. Tutto da ballare anche il nuovo progetto di musica gitana, con un caratteristico sound a metà tra il tzigano e il balcanico, ideato e realizzato da Eusebio Martinelli, uno dei più importanti trombettisti italiani che ha collaborato con Negramaro, Demo Morselli Big Band, Modena City Ramblers, Mau Mau e dal 2006 fa parte stabilmente della band di Vinicio Capossela, e dalla «Gipsy Abarth Orkestar» formata da musicisti che hanno suonato con Bregovic stesso, Shantel, Gattamolesta e tantissimi altri nomi del panorama. A chiudere la lunga serata di festa il curioso progetto «Balkan Grill» che dopo un tour europeo di 30 concerti nei più importanti clubs e festival europei di world music, nella scorsa stagione è sbarcato finalmente anche in Italia. Sul palco l’istrionico dj Pravda e Chef Berna, un noto cuoco/performer italiano che cucina dal vivo prelibato finger food della nazione di provenienza della musica selezionata da Dj Pravda. Un viaggio musicale e culinario nel mediterraneo dove le sonorità passano dal vecchio continente alle porte d’oriente, mescolandosi ai sapori e ai profumi della cucina orientale e mediterranea.

Di seguito pubblichiamo la notizia apparsa oggi sul Messaggero veneto.