Chi ancora non avesse visto il film «The special need» (qui il trailer) – del regista friulano Carlo Zoratti - potrà rimediare oggi al Cinema sociale di Gemona. Alle ore 18, infatti, sarà proiettato il film alla presenza in sala del regista, ospite della Cineteca del Friuli. Dopola proiezione, intorno alle 19.30, Zoratti risponderà alle domande del pubblico. L’incontro è a ingresso libero.

Con Enea Gabino, Alex Nazzi e lo stesso Zoratti, «The Special Need» tratta dell’amore nella disabilità, un tema importante quanto ingombrante e spesso rimosso. Enea è un ragazzo autistico di quasi trent’anni che desidera, anzi ha la necessità (una «necessità speciale», come anticipa il titolo) di avere una ragazza con cui fare l’amore. Trovarla non è impresa semplice ma con Enea ci sono due amici disposti a fare molto per aiutarlo. Comincia così un’avventura on the road che si snoda tra il Friuli, l’Austria e la Germania e che nel suo svolgersi mette in campo molte questioni di carattere sia sociale (la mancata risposta della società ai bisogni dei più fragili) sia personale, legate alla sfera più intima di ognuno di noi. Sul filo tra documentario e fiction, «The Special Need» nasce da una storia e situazioni reali e dalla lunga amicizia che lega i tre protagonisti, per i quali l’avventura vissuta rappresenta un importante momento di crescita. Il film, realizzato con il contributo del Fondo Audiovisivo Regionale è co-prodotto da Videomante, Detail Film, ZDF e RAI 3.

Come ricorda in una nota la friulana Tucker Film, che lo distribuisce in Italia, «The Special Need» ha avuto un riscontro positivo sia sui media – con il successo dell’intervista di Fabio Fazio al regista e al protagonista a Che tempo che fa (qui il video) – sia presso il pubblico delle sale e dei festival internazionali in cui ha ottenuto diversi Audience Award.

«The Special Need» è anche il film che ha inaugurato la nuova era del Cinema Teatro Sociale, ora dotato di un sistema per la proiezione digitale, come annuncia prima degli spettacoli la sigla animata realizzata per la Cineteca del Friuli da Giulio Calderini. Mercoledì 16 aprile alle 21 sarà la volta di un altro regista friulano, Alberto Fasulo, a Gemona per presentare il suo TIR, vincitore del Marc’Aurelio d’oro all’ultimo Festival di Roma.