È un viaggio nell’arte all’insegna del suo intreccio con la fede e con il ricordo quello che il Circolo culturale Majano c’è 1.5.9, in collaborazione con la Pro Majano, vi propone sabato 2 agosto alle 21 nell’ambito del 54° Festival di Majano. Un tema che affronteremo – guidati da un ospite straordinario come don Alessio Geretti, delegato episcopale alla cultura – già a partire dalla location dell’evento: il Monumento alla memoria di via Roma. Vivere e valorizzare quello spazio urbano dedicato al ricordo collettivo, infatti, è l’obiettivo sotteso alla scelta di organizzare l’evento «Tragedia e fede nell’arte del ricordo» nella suggestiva cornice dell’opera architettonica di via Roma ideata dall’architetto Giancarlo Pezzetta e dedicata alle vittime del terremoto del 1976. Dove oggi trova spazio il monumento sorgeva, infatti, uno dei due condomini che l’Orcolat, nella notte del 6 maggio 1976, rase completamente al suolo.

Su questo tema dunque spazieremo nei vari campi dell’arte anche grazie alla performance attoriale «La guerra del poeta» di Claudia Contin Arlecchino, per la regia di Ferruccio Merisi, e alle musiche eseguite da un giovane talento friulano, il pianista Andrea Boscutti. Non solo. Ad impreziosire la serata ci sarà la straordinaria voce di Milena Ermacora, soprano del Gran Teatro La Fenice di Venezia. Introdurrà e modererà la serata Sabrina Zannier, giornalista, critico e curatore indipendente nel campo dell’arte contemporanea.

Appuntamento dunque sabato 2 agosto alle ore 21 a Majano in via Roma per una serata dedicata all’arte che segna la seconda tappa delle iniziative nate dalla preziosa collaborazione tra il nostro sodalizio e la Pro Majano. In caso di maltempo l’evento si terrà nell’Auditorium comunale.

Di seguito il profilo dei nostri ospiti:

Don Alessio Geretti, delegato episcopale alla Cultura dell’Arcidiocesi di Udine, è direttore del Comitato San Floriano, la realtà che ormai da anni organizza a Illegio straordinarie mostre – replicate anche a Roma nei Musei Vaticani e a Palazzo Venezia – che raccolgono capolavori d’arte da tutto il mondo e di cui don Alessio Geretti è il curatore.

 

Sabrina Zannier, giornalista, critico e curatore indipendente nel campo dell’arte contemporanea, direttore artistico del progetto «Maravee» e della collana Sinetica Landscape edita da Skira. Ha collaborato con diverse testate italiane e straniere e tuttora scrive per la rivista «Flash Art» e per le pagine della cultura del quotidiano «Il Messaggero Veneto». Ha curato mostre, cataloghi e convegni in Italia, Francia e Slovenia.

 

Claudia Contin Arlecchino, attrice e autrice teatrale la cui versatilità creativa sfocia in pittura, grafica e scultura. Con Ferruccio Merisi ha fondato a Pordenone nel 1990 la Scuola Sperimentale dell’Attore, cui dà un contributo fondamentale come direttore dei programmi didattici. Nel 2005 ha ricevuto il Premio Adelaide Ristori come «Migliore attrice contemporanea».

 

Andrea Boscutti, pianista classe 1988, si forma musicalmente al Conservatorio di Udine. Attualemnte sta conseguendo il Diploma superiore di pianoforte all’Ercole Normale de Musique «Alfred Cortot» di Parigi. Ha vinto la semifinale del concorso «Osaka International Music Competition» che gli ha permesso di esibirsi come unico italiano finalista alla Muramatsu Recital Hall a Osaka, Giappone.

 

Milena Ermacora, soprano del coro del Gran Teatro La Fenice di Venezia, ha compiuto gli studi musicali al Conservatorio di Udine. Ha collaborato con doversi teatri d’opera in Italia e all’estero, tra cui il Teatro Helicon Opera di Mosca, il Teatro Verdi di Trieste e il Teatro di Arkish in Francia. Innumerevoli le collaborazioni con orchestre e cori italiani.