Ti svegli un sabato mattina e la prima notizia che leggi è delle più terribili. Il dolore per la morte di Giulia Bidoli è di quelli che toglie il fiato e riempie di mille domande a cui, lo sai bene, non ci sono risposte.  Però, come scrive il Maister Cafè sul suo profilo Facebook: «Destino o sfortuna… chiamatela come volete, ma la povera Giulia ci ha lasciati…. poche cose restano da fare… se non cercare tramite lei di fare del bene per gli altri».

È così che il bar sandanielese – dove per altro lavora Roberta, la sorella di Andrea Gabrielli, il fidanzato di Giulia a cui in questo momento va il nostro pensiero più grande -, lancia una raccolta fondi – pensata dagli amici più stretti – per l’Associazione Luca, dove la mamma di Giulia è molto attiva.

Ognuno può dare un suo contributo a piacere, entro il 10 luglio; la raccolta sarà fatta al Meister caffè, in piazza a San Daniele. Rilanciamo volentieri questa iniziativa perchè come si legge ancora sulla pagina Facebook dedicata: «Sappiamo che alla Bidoli non piacevano le rose….».