Più forte del maltempo perché fatto con il cuore e la passione di chi ama la propria comunità e il Friuli: è questo il segreto del 54° Festival di Majano, possibile solo grazie all’impegno di una realtà come la Pro Majano e il suo esercito di volontari. Pubblichiamo di seguito l’articolo apparso sul Messaggero Veneto di oggi che fa un primissimo bilancio della kermesse e dove si parla anche di noi: «Una novità che ha caratterizzato questa edizione - si legge sul Messaggero – è stato il ciclo di incontri curato dal Circolo culturale “Majano c’è 1.5.9″ che ha riscosso notevole seguito di pubblico durante le tre serate proposte». Ancora una volta grazie di cuore a tutti.