Continuano a mietere successi i giovani majanesi. Questa volta a dare lustro alla nostra Comunità è Desirée Aita Picco che ha vinto il primo premio della seconda edizione dell’Amf, Associazione manipolazione fasciale, 2014. A darne notizia è il Messaggero Veneto di oggi che dà conto della consegna del premio al Sant’Orsola di Bologna. «Desirée Aita Picco – si legge sul quotidiano friulano – si è guadagnata il riconoscimento per la presentazione della sua tesi su “Vescica iperattiva: confronto fra tre metodiche di trattamento riabilitativo”. Il documento è stato un lungo lavoro di studio e sperimentazione svolto nel corso dei tre anni di università nelle strutture ospedaliere del Friuli Venezia Giulia». Nell’invitarvi a leggere l’intero articolo che pubblichiamo qui di seguito, non possiamo che fare i complimenti a Desirée!