È con una punta di emozione che vi segnaliamo un’importante iniziativa organizzata dalla Parrocchia di San Tomaso. Domani, sabato 24 gennaio alle 18 sarà inaugurata «Viodile cemût che tu âs voe», la mostra fotografica in ricordo di Emanuele Taboga, il nostro giovane concittadino che lo scorso maggio si tolse la vita. Ad essere esposti – nella suggestiva cornice dell’Hospitale di San Giovanni – saranno proprio i lavori di Emanuele la cui vita era attraversata da una grandissima passione per la fotografia. Si tratta di una serie di scatti che regala uno sguardo intimo e personale sul territorio di Majano e dintorni e che sono stati selezionati, tra oltre 9 mila foto, dagli stessi compaesani di Emanuele, con il supporto del Circolo fotografico e filmico «Las lusignes» di cui faceva parte.

Obiettivo dell’iniziativa – che si articola anche in un ricco calendario di eventi collaterali – è quello di aprire uno spazio di riflessione sul valore della vita e allenare lo sguardo, come comunità, per riconoscere le difficoltà e fragilità che attraversano la quotidianità di chi ci sta accanto.

All’inaugurazione interverranno Matteo Gerometta, presidente del Circolo fotografico «Las Lùsignes» e il sociologo Michele Federico. Domenica 25 la mostra sarà visitabile dalle 10 alle 12 e dalle 14 alle 18. Alle 10, inoltre, nella parrocchiale, sarà celebrata una S. Messa in suffragio di Emanuele Taboga. Alle 11 seguirà una passeggiata fotografica sui loghi immortalati da Emanuele. Una selezione di scatti dei partecipanti sarà poi esposta nella mostra stessa. Sabato 7 febbraio, invece, alle 20.30 nell’Hospitale, si terrà la conferenza «La fotografia, mezzo per la conoscenza del territorio e dell’uomo», interverranno il sociologo Michele Federico e la fotografa Ulderica Da Pozzo. L’attore Alessandro Di Pauli leggerà una selezione di brani letterari. Infine, domenica 8 febbraio la mostra sarà aperta dalle 10 alle 12 e dalle 14 alle 18. Per informazioni è possibile chiamare il numero 335/6329010 (Sig. Egidio).

L’iniziativa è ideata dalla Parrocchia di San Tomaso Apostolo con la collaborazione del Circolo fotografico e filmico «La lusignes», dell’associazione «Amici dell’Hospitale», della Comunità Collinare, del Comune di Majano, e della «Graphistudio».

Qui potete consultare il depliant dell’iniziativa con tutte le relative informazioni.