Una serata dura, dalle immagini crude (quelle del fotografo Mauro Pagnano che trovate qui), a tratti densa di rabbia. Una serata importante, necessaria e indispensabile per parlare di un dramma, quello della “terra dei fuochi”, che non è solo della Campania, ma che deve essere nel cuore di tutti. Così un auditorium gremito venerdì 13 marzo, in assoluto silenzio e con grandissima attenzione, ha accolto le testimonianze preziose di Marilena Natale, cronista di nera e di giudiziaria de «la Gazzetta di Caserta», di don Murizio Patriciello, parroco di Caivano e di Antonio Marfella, oncologo e tossicologo, guidati dal giornalista de «Il Messaggero veneto», Paolo Medeossi. Sabato mattina, invece, con Marilena Natale – e in collaborazione con l’Associazione per la Costituzione -, abbiamo incontrato i ragazzi delle classi quarte e quinte dell’Isis Manzini di San Daniele, perché – come ha ricordato la stessa Natale – sono proprio i giovani che devono imparare ad essere «le sentinelle del territorio». Ci piace l’idea di aver chiuso questa due giorni sulla «terra dei fuochi» con un gesto bellissimo, agli studenti presenti all’incontro è stata infatti consegnata una copia della Costituzione e ascoltando le parole di Piero Calamandrei l’hanno alzata ricordando a noi tutti che lì dentro, in quelle bellissime, pagine c’è il nostro essere cittadini. Qui di seguito la gallery con le immagini.