Anche il Circolo culturale «Majano c’è 1.5.9», in collaborazione con i Gruppi Ana di Majano e Susans, ricorda la Grande Guerra, il primo appuntamento è per giovedì 26 novembre alle ore 20.30, nell’Auditorium comunale di Majano, con la proiezione del docufilm «Alpino Riccardo Giusto». Saranno presenti in sala il regista, Giovanni Cismondi, il produttore, Marco Cainero, e l’attrice, Sonia Cossettini.

Il protagonista, Riccardo Giusto, primo caduto italiano della Grande Guerra, non ancora rivelatosi nella sua identità, ci accompagna nelle valli del Natisone nei luoghi che furono teatro di scaramucce e combattimenti. È lui che ci farà da guida e ci racconterà gli avvenimenti partendo dai più recenti – lo sfondamento di Caporetto – e andando a ritroso nel passato, fino a giungere al momento iniziale, sul Monte Colovrat, quando una pallottola nemica lo uccise.

Dopo un’introduzione, storico documentaristica, ha inizio la fiction che ci mostra gli alpini, tutti friulani, nei mesi ante- cedenti l’inizio delle ostilità. Tra i boschi di Casoni Solarie, Riccardo conosce alcuni amici come Ciani, Chino (Ermacora) e l’amico Davide Sello, anch’essi sotto le armi. La guerra è alle porte e le giornate sono piene di momenti intensi tra una riflessione sul loro destino e un momento di semplicità e di festa, nelle stalle, dove la sera andavano a dormire.

L’iniziativa gode del patrocinio del Comune di Majano e della Comunità Collinare del Friuli.