«La grande guerra a piedi. Incontro con Nicolò Giraldi» - venerdì 15 gennaio 2016

Nicolò Giraldi, giovane giornalista triestino, ha presentato il suo libro «La Grande guerra a piedi» (Edizioni Biblioteca dell’Immagine). A intervistarlo il giornalista de «Il Friuli» Alessandro Di Giusto. Alla vigilia del centenario della Grande Guerra Giraldi decide di mettersi in cammino e visitare i luoghi della memoria del primo conflitto mondiale da Londra (dove risiedeva per lavoro) fino a Trieste. Due mesi di viaggio a piedi, un vero e proprio «Giro nella storia» che ha prima documentato nel suo blog e che poi è stato raccolto nel volume «La Grande Guerra a piedi». Qui le foto della serata.

 

 

«Alpino Riccardo Giusto» - 26 novembre 2015

Evento organizzato in collaborazione con i Gruppi Ana di Majano e Susans, per ricordare la Grande Guerra. È stato proiettato il docufilm «Alpino Riccardo Giusto». Presenti in sala il regista, Giovanni Cismondi, il produttore, Marco Cainero, e l’attrice, Sonia Cossettini.

 

 

 

«Arrivano le UTI: la nuova geografia amministrativa targata FVG» – 29 settembre 2015

«Arrivano le UTI: la nuova geografia amministrativa targata FVG» è il titolo dell’incontro tenutosi martedì 29 settembre 2015 nell’Auditorium comunale di Majano. Su sollecitazione di molti cittadini abbiamo si è voluto ideare uno spazio di confronto dove si potessro ascoltare le ragioni di chi sostiene la riforma e di chi, invece, al riguardo è fortemente critico. A confrontarsi sono stati quindi Enio Agnola, Consigliere regionale del Partito democratico, e Riccardo Riccardi, Consigliere regionale e capogruppo di Forza Italia. A moderare il dibattito sarà il caporedattore del Messaggero Veneto, Paolo Mosanghini. Qui il resoconto della serata e gli articoli apparsi sulla stampa locale.

 

«Aperitivo con l’autore» – incontri letterari nell’ambito del 55° Festival di Majano – 25-31 luglio e 7 agosto 2015

L’edizione 2015 del Festival di Majano si è caratterizzata per una piacevole novità targata «Majano c’è 1.5.9»: l’aperitivo con l’autore. Venerdì 25 luglio l’incontro ha avuto per protagonista uno degli scrittori più affermati del panorama letterario italiano, Massimiliano Santarossa, che ha presentato il suo ultimo libro «Metropoli» (Baldini&Castoldi). Ambientato in un futuro prossimo e apocalittico il romanzo è stata un’occasione preziosa per confrontarsi su temi di stringente attualità, dall’ambiente al lavoro. Anche Michele Brusini e Sandro Lano – venerdì 31 luglio – hanno fatto immergere il pubblico con pungente ironia in una questione attualissima, quella dell’immigrazione grazie ai loro due libri (veri e propri casi editoriali) «Omero è nato a Mogadiscio» e «Uallai!». La serie di “aperitivi con l’autore” si è conclusa in bellezza venerdì 7 agosto con una giovanissima autrice majanese, classe 1994, Aurora Bardi. «Il segreto sotto la grande quercia» (Arpeggio editore) è il suo primo romanzo e ci ha catapultato a fine 1700 per seguire le vicende di Aylinn Edinbrain, giovane contessa inglese.

 

«Oro bianco», incontro con Nicola Gratteri e Antonio Nicaso – 9 aprile 2015

Sabato 2 maggio 2015 Nicola Gratteri, procuratore aggiunto presso la Direzione Distrettuale Antimafia di Reggio Calabria, uno dei magistrati più esposti nella lotta alle mafie, e Antonio Nicaso, giornalista e scrittore, uno dei massimi esperti di ’ndrangheta al livello internazionale, sono stati per la seconda volta ospiti del Circolo culturale «Majano c’è 1.5.9» per presentare il loro libro «Oro bianco». Nel volume frutto di un lavoro di ricerca e sul campo senza precedenti – Nicola Gratteri e Antonio Nicaso ricostruiscono i grandi traffici di cocaina nel mondo in un viaggio che dalla Colombia ci porta fino in Calabria, seguendo le tappe del business planetario che arricchisce i narcotrafficanti, impoverisce e uccide i tossicodipendenti, contamina il sistema bancario, corrompe le classi dirigenti. A questo link il resoconto della serata, a questo le foto di Tiziano Bincoletto.

 

«Ecomafie: viaggio nella terra dei fuochi, nel regno di gomorra» – 13 marzo 2015

Ennesima tappa di un percorso di approfondimento sul tema della legalità, questa volta approdando nell’inferno della «Terra dei fuochi», nel regno di «Gomorra». Tre gli ospiti d’eccezione, protagonisti della serata: la giornalista Marilena Natale, cronista di nera e giudiziaria in quella che da anni è considerata la capitale della camorra: Casal di Principe. Per il suo giornale, «La Gazzetta di Caserta» copre tutta la provincia con un occhio particolare ai Casalesi e ai legami tra il clan e la malapolitica. Nel 2012 ha vinto il «Premio nazionale Agenda rossa» dedicato alla memoria del giudice Paolo Borsellino. Assieme a lei c’era anche don Maurizio Patriciello, parroco di Caivano, ed editorialista del quotidiano della Cei «Avvenire», un sacerdote che da anni combatte il degrado della «Terra dei fuochi» stando vicino alla sua gente, firmando petizioni e denunce, accendendo i riflettori su questa terra violentata dove le persone che si ammalano di tumore sono il 47% in più che nel resto d’Italia. Infine è stato ospite di «Majano c’è 1.5.9» anche Antonio Marfella, tossicologo oncologo, componente dell’Osservatorio Ambientale indipendente di Acerra, una delle voci storiche della protesta contro l’avvelenamento dei terreni in Campania. Qui il resoconto della serata e dell’incontro con Marilena Natale con gli studenti dell’Istituto Manzini.

 

«Turno di notte» incontro tra musica e parole con Marco Anzovino – 5 febbraio 2015

Nella sala Parrocchiale «Del Pin», a Majano, Marco Anzovino ha presentato il suo bellissimo libro «Turno di notte», un progetto in cui si fondono le sue due anime: il musicista e l’educatore in comunità. Pordenonese, classe 1979, Marco Anzovino è infatti assistente sociale, educatore nella Comunità per il Recupero di tossicodipendenti Villa Renata, ma è anche cantautore, musicista, produttore. «Turno di Notte» è dunque un racconto intenso che ci catapulta nelle storie vere di Silvia, Rosario e Filippo, tre ragazzi incontrati lungo gli oltre mille turni di notte nella Comunità Terapeutica «Villa Renata» al Lido di Venezia per il recupero di persone tossicodipendenti. Accanto a lui si è esibito anche il cantautore Pablo Perissinotto.  Qui il resoconto della serata.

 

«Un’estate con Libera» – 6 novembre 2014

Nell’Auditorium comunale di Majano, due giovanissime majanesi, Caterina Tambosco e Monica De Monte hanno raccontato – assieme a due loro compagni di viaggio, Mila Feregotto ed Emiliano Guerra – l’esperienza di volontariato con Libera in Sicilia, nelle terre confiscate alle mafie. Assieme a loro c’erano don Pierluigi Di Piazza, fondatore del Centro di Accoglienza «E. Balducci» di Zugliano, da sempre impegnato a promuovere la legalità, soprattutto tra i più giovani, e Francesco Cautero, responsabile di Libera Udine. Tra immagini, testimonianze e parole si sono accesi i riflettori sull’impegno dei ragazzi per una società migliore. Qui il resoconto della serata.

 

«Tra Burundi e Congo, l’esperienza nella Cooperazione internazionale» - 21 settembre 2014

Nel Centro sociale di San Tomaso a Majano, Agnese Castellarin, 28 anni di Ronchis, ha raccontato la propria esperienza di volontaria cooperante in Burundi e in Congo. Nel gennaio 2013, infatti, Agnese inizia la sua esperienza di “casco bianco” per la Caritas diocesana in Burundi, lavorando nel Centro giovani Kamenge fondato a Bujumbura dal friulano padre Claudio Marano. Un’esperienza straordinaria che la porta a operare a fianco dei giovani dei quartieri a Nord della città, il Centro, infatti, è il punto di riferimento per oltre trentamila ragazzi, offrendo quotidianamente numerose attività formative (dallo sport allo studio delle lingue), ma soprattutto diventando un preziosissimo laboratorio di convivenza e di pace in un Paese segnato da una lunghissima e sanguinosa guerra civile. All’incontro sono intervenuti anche il parroco di Majano, don Emmanuel Rundiste, e il presidente di Oikos, la Onlus con cui oggi Agnese opera in Congo, Giovanni Tonutti.

 

«Giovani friulani nel mondo» – 14 agosto 2014

Si è chiusa in bellezza la prima esperienza di Majano c’è 1.5.9 al Festival di Majano, con i tre «Incontri con l’autore». Giovedì 14 agosto, sul palco dell’Auditorium comunale, sono infatti saliti i protagonisti di quella che da più parti viene chiamata la «nuova emigrazione» per dar vita all’appuntamento «Giovani friulani nel mondo». Un evento emozionante che ha offerto al numeroso pubblico un efficace spaccato sul variegato e ricchissimo mosaico di esperienze – professionali e di vita – che i nostri giovani correligionari costruiscono quotidianamente in ogni angolo del mondo. Ospiti della serata sono stati due majanesi doc come Alessia Ermacora, manager di ricerca e sviluppo alla Unilever a Rotterdam, e Silvano Ciani, ricercatore in biotecnologie agricole a St. Louis negli USA, da poco rientrato stabilmente in Friuli. Assieme a loro:  Carlo Bernardis, di Rivarotta di Teor, project manager nel settore della cooperazione internazionale in Bosnia, Andrea Boscutti, pianista e docente al conservatorio di Parigi, Alina Zardo, fotografa in Messico e Andrea Travani, di Tomba di Mereto, direttore di cantiere a New York. È inoltre intervenuta anche Angelica Pellarini, curatrice del libro «I pendolari della valigia. Costruttori friulani nel mondo dagli anni 60 ad oggi». Ad introdurre e moderare l’incontro è stata Anna Piuzzi, giornalista del settimanale diocesano “la Vita Cattolica”, che, da tempo, si occupa delle storie dei giovani friulani nel mondo e che proprio per il numero unico edito in occasione della kermesse majanese, “Majano Nuova”, ha curato un approfondimento dedicato ai giovani majanesi all’estero. Qui il resoconto della serata.

 

«Tragedia e fede nell’arte del ricordo» – 2 agosto 2014

Secondo appuntamento nell’ambito del 54° Festival di Majano «Tragedia e fede nell’arte del ricordo ha visto la partecipazione di ospiti di altissimo livello – don Alessio Geretti, Claudia Contin Arlecchino, Andrea Boscutti, Milena Ermacora e Sabrina Zannier – che hanno fatto vivere una serata semplicemente magica. Don Alessio Geretti ha incantato il numeroso pubblico facendoci fare un viaggio nella storia dell’arte, immersi nel tema dell’intreccio tra fede e ricordo, dalla Primavera di Botticelli agli autoritratti di Van Gogh, fino alle opere di Bosch. La musica è stata poi una cornice straordinaria, Andrea Boscutti e Milena Ermacora hanno infatti scelto per la serata il «Carnevale di Vienna. op. 26» di Schumann, l’Ave Maria di Charles Gounod e «Stelutis Alpinis» di Arturo Zardini. Qui foto e resoconto della serata.

 

«Incontro con Red Canzian» – 25 luglio 2014

Nel 2014 l’onore di aprire le danze del 54° Festival di Majano è toccato al Circolo culturale Majano c’è 1.5.9. Grazie a una preziosa collaborazione con la Pro Majano, infatti, sono stati ben tre gli eventi curati dal nostro sodalizio. Il primo si è tenuto proprio sul palco di piazza Italia, venerdì 25 luglio, con l’intervista – da parte di Anna Piuzzi e Giulia Biasi – con Red Canzian, un anticipo dello strepitoso concerto tenutosi alle 21.30. Si è trattato di un piacevole “botta e risposta” con la star dei Pooh sulla sua vita e in particolare sul suo impegno a favore dei giovani, tutto a partire dal bel libro “Ho visto sessanta volte fiorire il calicanto”.  Qui foto e resoconto dell’evento.

 

«Aspettando il 97° Giro con Sara» – 30 maggio 2014

Una serata all’insegna del ciclismo, ma soprattutto una bellissima testimonianza di come lo sport può e deve essere palestra di vita, trasmettendo valori positivi, genuini e forti a bambini e ragazzi. È stata questo «Aspettando il 97° Giro con Sara», l’iniziativa promossa dal Circolo culturale «Majano c’è 1.5.9» in collaborazione con la Pro Loco Casasola che si è tenuta venerdì 3o maggio, nell’area festeggiamenti della frazione. Protagonista della serata la «nostra» Sara Casasola, majanese doc, diventata, a gennaio 2014 a Orvieto, campionessa italiana di Ciclocros. Ad essere intervistati assieme a lei da Anna Piuzzi il papà Michele e Sandro Martinuzzi, il presidente della Jam’s Bike, la società sportiva di Buja di cui Sara fa parte. Qui foto e resoconto della serata.

 

«Majano ricostruita» – 5 maggio 2014

Evento dedicato al racconto del dramma del terremoto e della straordinaria esperienza della ricostruzione che si è idealmente intrecciato al desiderio di conoscere ed imparare dei giovani di «Majano c’è 1.5.9». Sul palco, assieme ad alcuni ragazzi del circolo, c’erano infatti i protagonisti di allora, dagli amministratori – Alessandro Schiratti, Adriano Piuzzi e Roberto Dominici – a un tecnico come Sebastiano Cacciaguerra, fino al mondo della solidarietà rappresentato dall’inossidabile Franco Picilli e dagli amici Mario Carron e Clemente Pedrona dei Comuni di San Zenone degli Ezzelini e Traversetolo. A moderare l’incontro il giornalista Domenico Pecile. Qui il resoconto della serata.

 

«Incontro con Nicola Gratteri e Antonio Nicaso» - 9 aprile 2014

Incontro con Nicola Gratteri, procuratore aggiunto presso la Direzione Distrettuale Antimafia di Reggio Calabria, uno dei magistrati più esposti nella lotta alle mafie, e Antonio Nicaso, giornalista e scrittore, uno dei massimi esperti di ’ndrangheta al livello internazionale. Assieme a loro, a moderare l’incontro, c’era Giuseppe Baldessarro, giornalista de «la Repubblica» e de «il Quotidiano della Calabria», autore di «Avvelenati», esperto di ‘ndrangheta e di cronaca giudiziaria. Gratteri e Nicaso hanno firmato assieme numerosi libri tra cui Fratelli di sangue (2009), La malapianta (2010), La giustizia è una cosa seria (2011) e La mafia fa schifo (2011). A Majano hanno presentato «Acqua santissima», la pubblicazione, edita da Mondadori, che propone, attraverso documenti antichi e recenti, il complesso e delicato rapporto tra Chiesa e ‘ndrangheta. Qui il resoconto della serata.

 

«L’Europa delle Infrastrutture, del Lavoro e del Turismo. Quali opportunità per il Friuli?» – 20 marzo 2014

Evento dedicato all’Europa e alle opportunità che può offrire al territorio del Friuli Venezia Giulia. Ospiti dell’incontro sono stati l’on. Antonio Cancian, europarlamentare, membro della Commissione per i trasporti e il turismo, e Roberto Muradore, segretario generale della Cisl di Udine. A moderare il dibattito il direttore del settimanale diocesano «la Vita Cattolica», Roberto Pensa. A due mesi dalle elezioni europee anche in Italia come nel resto dell’Unione e tenuto conto dei forti sentimenti anti obbiettivo dell’incontro è stato quello di accendere i riflettori sulle possibilità di sviluppo che l’Unione Europa offre al territorio del Friuli attraverso progettualità e finanziamenti.  Qui le foto della serata.

 

«Sfiorando il muro»: incontro con Silvia Giralucci - 24 gennaio 2014

«Sfiorando il muro» è il titolo del documentario di cui Silvia Giralucci, figlia della prima vittima delle Brigate Rosse, è regista, presentato fuori concorso alla Mostra del Cinema di Venezia, e che è stato proiettato a Majano. Dopo la visione del film c’è stato un ampio spazio per il dibattito con la regista e dunque per dialogare insieme su quegli anni e sulla sua personale esperienza. «Sfiorando il muro» è un film documentario che racconta il viaggio di una donna, figlia di una vittima delle Br, alla ricerca dello spirito di un decennio. Partendo dal ricordo di una scritta sul muro di fronte a casa della nonna e dai filmini Super8 ritrovati negli archivi di famiglia, Silvia Giralucci indaga sui tre anni in cui la sua città, Padova, fu teatro di una violenza diffusa che non ebbe pari in Italia. Qui le foto della serata.

 

In coro per la ricerca – 13 dicembre 2013

Serata di musica e solidarietà che ha visto l’esibizione del prestigioso Coro Natissa che ha presentato al pubblico majanese «Strolic», un almanacco in musica, composizione dedicata ai 12 mesi dell’anno. Ad accompagnare il coro sono stati i maestri Marko Feri (chitarra), Sebastiano Zorza (fisarmonica) e Mauro Meroi (contrabbasso). Dirigerà Luca Bonutti. Alla voce Barbara Sandri. Musiche di Valter Sivilotti, testi di sior Pietro Zorutti.

L’iniziativa è stata organizzata nell’ambito della «Giornata della solidarietà» con l’obiettivo di raccogliere fondi per il Cro di Aviano da destinare al settore della ricerca.

Qui il resoconto della serata e qui, invece le foto del concerto.

 

Il Giro a Majano c’è – 18 novembre 2013

Serata dedicata al 97° Giro d’Italia come occasione di promozione turistico-culturale del territorio. Ospiti della serata: Enzo Cainero, anima del Giro in Friuli Venezia Giulia; Valter Delle Case, majanese doc e già ciclista professionista; Daniele Pontoni, ciclista professionista, due volte campione del mondo di Ciclo Cross e Alessandro De Marchi, ciclista professionista, vincitore dell’8ª tappa del Giro del Delfinato, promessa del ciclismo italiano. A condurre la serata Marina Presello, giornalista sportiva di Sky. L’iniziativa ha visto la partecipazione di tre importanti associazioni ciclistiche del territorio: la A.s.d. Ciclistica Bujese, il Jam’s Bike Team Buja e l’A.s.d Unione Ciclisti Sandanielesi.

Qui il resoconto della serata e qui, le foto.

 

Una finestra sulla Cina – 23 agosto 2013

Protagonista della serata Francesco Valente, giovane friulano di Risano, che, dopo numerose esperienze all’estero, vive e lavora da due anni in Cina nel settore dell’istruzione e nella gestione di progetti educativi. Francesco ci racconterà dunque la Cina di oggi dal punto di vista della società civile e delle sfide ambientali che attendono il Paese dell’Estremo Oriente. Sfide che in un mondo interconnesso e globalizzato hanno importanti ricadute anche nella nostra Europa. Francesco Valente è oggi Program Manager alla Foundation for Youth Social Entrepreneurship (FYSE) dove gestisce progetti di ricerca e training per la gioventù locale. Obiettivo: aiutare i giovani cinesi proveniente da contesti svantaggiati a costituire attività imprenditoriali con un fine socio-ambientale.

Qui le foto della serata.

 

La nostra Siria – 5 agosto 2013

Una serata che ha acceso i riflettori sul conflitto siriano, troppo spesso dimenticato. SI è trattato di un dialogo a più voci con chi, per ragioni diverse, conosce bene la Siria. In primo luogo il reporter Toni Capuozzo, che di questo conflitto si è occupato più volte. Eva Ziedan, giovane siriana dottore di ricerca in Archeologia all’Università di Udine, da sempre impegnata a far conoscere il dramma del suo Paese nel nostro territorio, e Sandro Minisini che, dal 2001 al 2003, ha insegnato italiano ad Aleppo e diretto il Centro di lingua italiana dell’Università della stessa città. L’iniziativa era inoltre volta a sostenere l’associazione «Time for life», nata con l’obiettivo di raccogliere donazioni di medicinali, denaro, cibo e beni di prima necessità da destinare alle popolazioni colpite dalla guerra in Siria. A moderare l’incontro la giornalista del settimanale diocesano «la Vita Cattolica», Anna Piuzzi.

Qui il resoconto della serata , qui le foto e qui il video integrale dell’evento.

 

Mattinata in musica – 6 marzo 2013

Appuntamento dedicato ai bambini della scuola elementare di Majano i cui protagonisti sono stati la musica e l’organo della chiesa di Majano. Nella chiesa dei Santi Pietro e Paolo si è, infatti tenuta una lezione-concerto dove alle musiche eseguite da Elia Pivetta si sono alternate le interessanti spiegazioni sul funzionamento dell’organo, fatte da Gustavo Zanin, il maestro organaro che ha realizzato l’organo di Majano.

Qui le foto della mattinata.

 

Viaggio a Chişinău – 27 dicembre 2012

Appuntamento realizzato nell’ambito dell’iniziativa «Giovani in Europa» e che fatto idealmente tappa a Chişinău, capitale della Moldavia. Ad accompagnare il pubblico in questo affascinante viaggio tra spazi e volti della città è stata una guida d’eccezione, Silvia Biasutti. Profonda conoscitrice dell’Est Europa, corrispondente di East Journal, Biasutti ha intrecciato il suo racconto alle immagini di «Viaggio a Chişinău», la mostra fotografica da lei realizzata e che ha riscosso grande successo di pubblico nelle esposizioni di Trento, Udine e Chişinău.

 

La ricerca del bene comune e l’impegno dei cattolici in politica – 23 novembre 2012

L’evento, realizzato in collaborazione con il Centro internazionale di Studi Sturzo, ha visto l’intervento dell’arcivescovo di Udine, mons. Andrea Bruno Mazzocato, Giovanni Turco, docente di filosofia politica dell’Università di Udine e l’on. Luciano Rebulla, già sottosegretario di Stato al Turismo e spettacolo. A moderare l’incontro la giornalista del settimanale diocesano «la Vita Cattolica», Anna Piuzzi.

Qui le foto del convegno.

 

Una tragedia alpina. L’affondamento del Galilea 70 anni dopo - 16 marzo 2012

L’evento realizzato in collaborazione con la Sezione A.N.A. di Udine ha voluto ricordare il 70° anniversario dell’affondamento del piroscafo«Galilea» avvenuto la notte del 28 marzo 1942 mentre riportava in Patria il Battaglione Alpini «Gemona». Ad illustrare i fatti e la vicenda storica sono stati Augusto de Toro, storico della Marina militare, Paolo Montina – appassionato di Storia degli Alpini, che ha ricostruito l’aspetto umano di quella tragedia che vide la morte di di oltre mille uomini, dei quali oltre 400 friulani – ed il Presidente sezione ANA di Udine, Dante Soravito de Franceschi. Erano inoltre presenti il Prefetto di Udine, Ivo Salemme ed il Comandante della Brigata Alpina Julia, Gen. B. Giovanni Manione.

Qui le foto e il video della serata.

 

Occupazione, economia e sviluppo – 27 febbraio 2012

La tavola rotonda ha affrontato la tematica del lavoro da diverse prospettive, prospettive in grado di integrarsi e quindi di offrire un quadro della situazione quanto più completo possibile. Sono intervenuti Lorenzo Cozianin, Presidente della Comunità Collinare, Adriano Luci e Graziano Tilatti, rispettivamente Presidente di Confindustria Udine e Presidente di Confartigianato Udine, Franco Collautti, Segretario della Cisl Alto Friuli, Adriano Piuzzi, Assessore provinciale alla cooperazione sociale e Riccardo Riccardi, Assessore regionale ai lavori pubblici e alle infrastrutture. A moderare l’incontro il giornalista Adriano Del Fabro.

Qui le foto della tavola rotonda.

 

Voglia di vivere, voglia di donare – 10 febbraio 2012

Prima iniziativa del Circolo culturale «Majano c’è 1.5.9» significativamente dedicata alla solidarietà. Il tema affrontato è stato quello della donazione di organi e di sangue e del trapianto di fegato, a parlarne le eccellenze della sanità regionale. Sono intervenuti Giulio Bassani, Presidente A.I.T.F.; Roberto Peressutti, Direttore del Centro Regionale Trapianti; Vittorio Bresadola, Clinica di Chirurgia AOUD Centro Trapianti di fegato; Giorgio Soardo, Epatologo Clinica Medica AOUD; Renzo Peressoni, Presidente provinciale A.F.D.S.; Claudio Pittin, Presidente Provinciale A.D.O. FVG. Sono state inoltre portate due significative testimonianze dalla Signora Lidia Mauro De Antoni, familiare di un donatore, e dal Signor Antonio D’Alfonso, trapiantato di fegato. A moderare la serata la giornalista di Telefriuli, Isabella Gregoratto.

Qui il resoconto e le foto della serata.